Rieducazione dello sportivo

sport
 
Metariabilitazione si occupa anche di terapie individuali e personalizzate per il tempestivo ritorno in campo degli atleti. Ogni trattamento è studiato per la rieducazione specifica del gesto atletico e, se richiesto, è supportato anche dalla partecipazione di preparatori atletici di fiducia.
 

L’importanza della riabilitazione sportiva

La riabilitazione sportiva è essenziale per il trattamento delle lesioni traumatiche che possono verificarsi durante lo svolgimento dell’attività sportiva, sia in gara, che in allenamento.

Nel corso di una pratica sportiva, l’atleta può essere soggetto ad infortuni per varie cause: endogene (traumi non legati a fattori esterni) o esogene (traumi legati a fattori esterni che possono dipendere dall’ambiente in cui si svolge l’attività sportiva come superfici di gioco scivolose, condizioni climatiche non adatte all’attività sportiva, o a contrasti di gioco volontari e non, che si verificano soprattutto negli sport di squadra). Per questo le lesioni dovute alla pratica sportiva possono essere microtraumatiche (infiammazioni tendinee, contratture muscolari, borsiti, infiammazioni delle guaine tendinee, stiramenti e strappi muscolari, dovute a carichi di lavoro elevati ripetuti nel tempo e/o ad esecuzioni sbagliate durante lo svolgimento del gesto atletico), o macrotraumatiche (lesioni che interessano strutture più profonde come le capsule articolari, i legamenti, la cartilagine, o in casi più gravi, fratture ossee). Ad accomunare le lesioni vi sono il dolore e l’impotenza funzionale.

Per questo, lo scopo della riabilitazione sportiva è quello di recuperare l’infortunio nel minor tempo possibile tenendo conto sempre dei processi biologici di guarigione, realizzando un programma di recupero funzionale il cui obiettivo è la diminuzione del dolore e dell’eventuale gonfiore per poi passare al recupero dell’articolarità, della stabilità articolare e della forza muscolare, fino al ritorno allo svolgimento dell’attività sportiva, che avviene in maniera mirata e graduale.

Un approccio sinergico e funzionale

Per fare questo si utilizza sia la terapia fisica, che la terapia manuale, per arrivare alla parte della riatletizzazione con esercizi di rinforzo muscolare, di propriocezione, di stretching statico e dinamico specifici per la parte lesa, per il tipo di attività sportiva svolta, programmi di lavoro specifici per il ritorno in campo.

L’importanza della prevenzione

Una parte molto importante della riabilitazione sportiva è anche la prevenzione dell’infortunio, per cui compito del fisioterapista sarà anche quello di dare indicazioni su quali esercizi ed allungamenti muscolari svolgere sia durante la fase di riscaldamento che al termine della seduta di allenamento in modo da prevenire l’insorgenza di infortuni nel caso di atleti sani, o le eventuali recidive in caso di atleti che hanno appena recuperato la condizione fisica.